Proroga imposta di bollo su fatture elettroniche

imposta di bollo fatture elettroniche

Come per altre scadenze fiscali, anche l’imposta di bollo sulle fatture elettroniche 2020,  quelle riferite al primo trimestre, beneficiano di una proroga introdotta dal Decreto Liquidità.

Infatti, l’art. 26 del Decreto Legge n. 23 del 08 aprile 2020 ha previsto, tra le altre misure, modifiche riguardanti i termini di versamento dell’imposta di bollo dovute sulle fatture elettroniche, il cui versamento trimestrale è previsto originariamente entro il giorno 20 del mese successivo al trimestre di riferimento (esempio: 20 aprile per il primo trimestre dell’anno).

Ricordiamo che interventi in materia erano già stati introdotti dall’art. 17 del Decreto Legge n. 124/2019 recante “Disposizioni urgenti in materia fiscale e per esigenze indifferibili”.

Tale disposizione ha previsto al comma 1-bis la possibilità di effettuare versamenti semestrali (da effettuarsi rispettivamente entro il 16 giugno ed entro il 16 dicembre di ciascun anno) per i soggetti con importi dovuti inferiori al limite annuo di 1.000 euro.

Versamento imposta di bollo per importi ridotti

In particolare l’art. 26 prevede che “al fine di semplificare e ridurre gli adempimenti dei contribuenti”, il pagamento dell’imposta di bollo su fatture elettroniche può essere effettuato, senza applicazione di interessi e sanzioni.

Termini per il primo trimestre 2020

Il pagamento dell’imposta di bollo deve avvenire nei termini previsti per il versamento dell’imposta relativa al secondo trimestre solare dell’anno di riferimento (20 luglio 2020).

Qualora l’ammontare dell’imposta da versare per le fatture elettroniche emesse nel primo trimestre solare dell’anno sia inferiore a 250 euro.

Termini per il primo e secondo trimestre 2020

Il versamento deve avvenire nei termini previsti per il versamento dell’imposta relativa al terzo trimestre solare dell’anno di riferimento (20 ottobre 2020), qualora l’ammontare dell’imposta da versare per le fatture elettroniche emesse nel primo e secondo trimestre solare dell’anno sia inferiore complessivamente a 250 euro”.

Restano ferme le ordinarie scadenze per i versamenti dell’imposta di bollo dovuta per le fatture elettroniche emesse nel terzo e quarto trimestre solare dell’anno.

Versamento imposta di bollo per importi superiori a 250 euro

Se l’imposta di bollo su fatture elettroniche da versare risultasse superiore a 250 euro i termini di versamento possono essere sintetizzati come di seguito:

  1. in ipotesi di importi dovuti inferiori al limite annuo di 1.000 euro, l’obbligo di versamento può essere assolto con due versamenti semestrali, da effettuare rispettivamente entro il 16 giugno ed entro il 16 dicembre di ciascun anno;
  2. nel caso di superamento di detto importo rimangono le scadenze originarie con primo versamento entro il 20 aprile (da effettuarsi attraverso modello F24, codice tributo 2521 ed anno di riferimento 2020).
Condividi questo articolo: